25/5/2017 Raccolta firme Sabato e Domenica 27/28-5/2017 Aria Irrespirabile nella zona nord della città: La misura è colma

Da anni, si susseguono segnalazioni, esposti, comunicati stampa, chiamate ai vigili urbani per gli insopportabili odori che esalano dalle acque del torrente Petraro affluente, in sinistra idraulica, della Cavaiola nella zona nord della città a ridosso di via Gaudio Maiori. Fino ad ora nessuna amministrazione ha seriamente affrontato il problema e/o provato ad identificare ed eliminate le cause. L’associazione cava5stelle Libro Bianco, già da tempo ha acceso i riflettori sulla questione denunciando con video e “missive” l’assurda situazione in cui sono costretti a vivere i nostri concittadini che abitano la zona. Con l’avvicinarsi della bella stagione “la puzza”, accompagnerà, insieme al caldo afoso del periodo, anche quest’anno, gli abitanti della zona in lunghe e insonni nottate barricati in casa, con le finestre ben chiuse. L’Associazione ha promosso, in questi giorni, una raccolta firme estesa non solo ai cittadini della zona ma a tutta la città, e sarà presente in piazza con un banchetto nei prossimi fine settimana. Con la sottoscrizione i cittadini cavesi, titolari del diritto di partecipazione, denunciano e chiedono massima attenzione del sindaco, dell’amministrazione, delle autorità e degli enti pubblici competenti rispetto al problema legato al forte odore particolarmente acre e nauseabondo che colpisce la zona Nord di Cava de’ Tirreni e in particolar modo l’intera area di Via Gaudio Maiori. I cittadini chiedono di avviare immediati accertamenti finalizzati ad individuare l’origine del problema, di verificare se tali odori dipendono da particolari lavorazioni/trasformazioni, visto che ci troviamo in zona industriale, o se la causa sia di altra natura. Vorremmo, in via prioritaria, poter escludere che da anni stiamo inalando sostanze inquinanti dannose per la salute. Il Sindaco, in qualità di autorità sanitaria locale, vieni chiamato a farsi garante nell’individuazione, con il coinvolgimento, supporto e intervento, per quanto di competenza, dell’ASL, dell’ARPAC e di tutte le autorità preposte, e a mettere in atto adeguate iniziative, affinché il problema venga, quanto prima, definitivamente risolto tutelando l’ambiente e la salute dei cittadini che vivono e transitano nella zona indicata. A Cava non ci sono, e non ci devono essere, cittadini di serie A e cittadini di serie B. Coloro che abitano le periferie e le frazioni devono avere pari dignità delle persone che abitano il centro cittadino, salotto buono e biglietto da visita della città. E’ auspicabile che i cittadini vengano informati su quanto l’Amministrazione farà a tutela della loro salute e dell’ambiente, il canale di comunicazione più facile ed immediato tra il Palazzo e il cittadino è il sito web ufficiale del Comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...