26/08/2014 “… e i cittadini …. pagano!”

Stiamo assistendo in questi giorni all’ennesima rappresentazione di una “farsa cavajola” da parte di un’ amministrazione bocciata prima ancora dai cittadini, dai suoi stessi componenti che hanno definito la nuova viabilità su Corso Principe Amedeo … “decisioni prese in modo arbitrario”. Cfr. G. Baldi di NCD

Ciò che lascia allibiti è la superficialità con la quale l’ amministrazione, oramai distante dai cittadini, arruffona e attenta solo ad ingrassare incomprensibilmente le casse della partecipata Metellia , prende decisioni che intaccano interessi e tasche dei cittadini .

E’ indignante la leggerezza con la quale il suo assessore al ramo, Passa, si pone di fronte alle tante critiche dei cittadini e delle opposizioni se si considera che: per le due nuove aree di parcheggio sul Trincerone non facenti parte del “piazzale Europa” inserito nella delibera di consiglio comunale del 2000 che disciplina la sosta su aree pubbliche, non si riscontrano atti prodromici obbligatori quali :la delibera di consiglio ,quella di giunta, le autorizzazioni del Genio Civile per l’uso e destinazione dell’opera ad ospitare auto e torpedoni.

Vero è che la destata opposizione ha denunciato, in modo blando, la mancanza di atti obbligatori ma si è limitata, forse per non modificare lo status quo in previsione di futuri passaggi di consegna, a quanto attiene i parcheggi sulla strada statale 18 che, se pur declassificata a comunale (non si riscontra alcun riferimento nella richiamata delibera di Giunta n.69 del 2008) è comunque ad alto scorrimento e rientrante tra quelle che devono rispettare il CdS nelle sue varie prescrizioni:

art. 143 “Posizione sulla carreggiata dei veicoli” Tit.V -norme di comportamento- i veicoli devono circolare sulla parte destra della carreggiata e in prossimità del margine destro della medesima anche quando la strada è libera ;

art.158 comma 1 –lett. C- divieto di fermata sulle strade urbane di scorrimento ed extraurbane;

art.20 comma 1 Titolo II è vietata ogni tipo di occupazione della sede stradale, quindi anche le auto in sosta

infine il “loro tanto amato“

art.7 Regolamentazione nei centri abitati- che al comma 6 prescrive che le aree di parcheggio devono essere poste fuori dalla carreggiata e in modo che i veicoli non ostacolino lo scorrimento del traffico.

Anche l’ordinanza 287 del 9/8/14, agitata dall’assessore Passa, non fa alcun riferimento ai tanti nuovi stalli blu creati sulle due nuove aree, ma ai punti 29-30-31 parla solo di stalli a tempo. Non indica tra l’altro, che il provvedimento è da intendersi a titolo provvisorio e/ o sperimentale pertanto le affermazioni dell’assessore Passa sono da ritenersi del tutto opportunistiche e demagogiche. Stalli blu inseriti, all’interno della carreggiata, perché si parcheggiava “abusivamente”, quindi si è pensato di sanare un abuso con un altro abuso.

Convocare, a non si sa quando, la commissione consiliare è solo un doveroso correre ai ripari ma non questo sanerà le illegittimità per tutto il tempo che i parcometri sul nuovo Trincerone stanno funzionando e incassando soldi dei cittadini in modo abusivo.

Il buonsenso dovrebbe consigliare all’assessore Passa, di dimettersi immediatamente per quanto, insieme al dirigente, sicuramente da trasferire ad altro incarico, stanno causando alle tasche dei cittadini che pagano da settimane il parcheggio ignari di tutto quanto. Il Sindaco farebbe bene a chiedere scusa ai cittadini per il disagio che gli sta’ arrecando, anche economico, per questo improvvido provvedimento ; dovrebbe altresì rendersi disponibile a restituire gli incassi illegittimi di questi giorni magari spendendoli a favore del miglioramento delle strade dissestate e/o donandoli in beneficenza a bilancio delle politiche sociali o destinati a poveri bisognosi tramite associazioni riconosciute sul territorio.

Atteso la situazione di chiara illegittimità in cui sta’ operando in quelle aree la partecipata Metellia, il movimento cava5stelle diffida l’amministrazione a SOSPENDERE immediatamente l’ordinanza e la riscossione a mezzo dei parcometri, nelle more delle determinazioni del consiglio comunale e della giunta ; come delle autorizzazioni all’utilizzo dell’opera .

Diversamente il movimento cava5stelle si vedrà costretto ad informare il Prefetto ed il Ministro delle Infrastrutture e trasporti per questo, che appare un chiaro DOPPIO abuso di potere affinché prendano gli opportuni provvedimenti come previsto ai sensi dell’art.5 del CdS.

I cittadini, specie in questo momento di grave congiuntura economica, non è giusto che debbano far ricorso al TAR sostenendo ingenti costi, per veder la vittoria dei loro legittimi diritti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...